Belvest Autunno Inverno 2019-20

Travel doesn’t merely broaden the mind. It makes the mind. (Bruce Chatwin)

Il viaggio, o meglio il desiderio di viaggiare, è il carattere peculiare dei nostri tempi. Una finestra che si schiude sul futuro, catturato nello scatto instantaneo di uno smartphone, oppure al ritmo di una chat plurilingue. La collezione Belvest uomo per l’autunno-inverno 2019-2020 è nata pensando proprio al viaggiatore multiforme di oggi, che in ogni momento della propria vita cerca un autentico lusso emozionale. Uno stile veloce, ispirato al nuovo ethos, dove la couture è casual ma di grande impatto visivo.

L’imaging della collezione parte da cinque concetti-chiave: culture, intelligence, travel, elegance, provenance. La tradizione dell’abito e della giacca Made in Italy, da sempre colonna portante del prodotto Belvest, diventa materia per mixology, autoironia di un viaggiatore alla Chatwin, che entra continuamente in contatto con mondi e stili diversi.

Capi nati dalla simbiosi tra sartorialità e athletic style smantellano i codici tradizionali del tailoring trasformando vestibilità e imaging. Dettagli e materiali tecnici di ultima generazione si abbinano ai pezzi classici del guardaroba maschile in un look magnetico.

Così il Millennial Over ispirato al gusto military-napoleonico è la base per reinventare un Winter Coat ampio e avvolgente nelle linee. Il Blazer di batavia si fa reversibile, il Peacoat ha tasche trapuntate in nylon ispirate ai capi da hiking degli esploratori, oppure il Bespoke Knit rivoluziona la giacca in Jersey, come un cardigan double-face da un lato galles dall’altro vichy. Un bastione dell’eleganza da gentleman come il doppio petto viene completamente svuotato nella versione G50 Cloak weightlessness solo filo e tessuto.

Uno spirito che si riflette nell’innovazione della fabric technology: tessuti ecologici, a tintura naturale, matte finishing nello jaquard paisley, lane finissime Golden Bale e Vicuñe dall’aspetto vissuto, dove la fibra naturalmente agée dona multipli livelli di morbidezza. La maglieria rispecchia la ricerca sui tessuti, tradotta in disegnature e fantasie interwine houndstooth. Completano il look camicie in variazioni fil-à-fil e denim sui toni del blu, cravatte di maglia in new regimental, e pantaloni dalla nuova silouhette per reinventare l’abito.

L’accostamento di toni nella scelta cromatica scompagina le certezze, le combinazioni usuali. È l’inatteso, il sorprendente che irrompe, mutando le percezioni e i desideri. Una palette morbida e accogliente, ravvivata da punte di colore dal bronze al vert vinaigre fino a un azzurro cerulean.


SCARICA LE IMMAGINI E I COMUNICATI STAMPA

Close